(Adnkronos) – “Grazie a una serie di investimenti per oltre 37 milioni di euro negli ultimi tre anni, sostenuti anche dalla Regione Lazio, il nostro stabilimento di Anagni è un esempio concreto di come stiamo trasformando i nostri stabilimenti. Attraverso tecnologie, processi digitali e l'uso dell'intelligenza artificiale, apriamo qui la strada a nuove produzioni di farmaci biotecnologici, vaccini e terapie enzimatiche sostitutive per le malattie rare e potenziamo le nostre capacità produttive e le nostre prestazioni, per l'Italia ma anche per la nostra rete produttiva nel suo complesso”. Lo ha detto Brendan O’Callaghan, Executive Vice President, Manufacturing and Supply di Sanofi, nel suo intervento in occasione delle celebrazioni per i 50 anni dello stabilimento Sanofi di Anagni (Frosinone).  “Il nostro sito di Anagni è una risorsa importante per rispondere al nostro impegno verso la società e per essere il più vicino possibile ai Paesi e ai pazienti che hanno più bisogno di noi – ha aggiunto O’Callaghan – Anagni, infatti, contribuisce in modo significativo anche all'attività della nostra Global Health Unit, al servizio dei 40 Paesi più poveri del mondo per garantire l'accesso a farmaci essenziali di qualità e a prezzi accessibili a due milioni di pazienti in aree terapeutiche come il diabete, le malattie cardiovascolari, il cancro e la tubercolosi entro il 2025”. La celebrazione di oggi “è un ottimo esempio del lavoro che viene svolto ogni giorno negli oltre 50 siti produttivi in tutto il mondo, per modernizzare e trasformare le nostre operazioni, accelerando il nostro viaggio verso l'eccellenza in tutta la nostra rete di produzione e fornitura", conclude. —salutewebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *