(Adnkronos) – Il sottosegretario di Stato al ministero dell’Economia e delle Finanze, Sandra Savino, ha incontrato questo pomeriggio il presidente del consiglio nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro, Rosario De Luca. Nel corso del lungo e cordiale colloquio, il sottosegretario e il presidente dei consulenti del lavoro hanno avuto modo di analizzare alcuni aspetti della normativa antiriciclaggio, e in particolare gli adempimenti in materia di lavoro. “L’azione portata avanti dal Ministero -ha chiarito il sottosegretario con delega – è incentrata sulla necessità di semplificare un sistema che risulta eccessivamente oneroso, sia in termini di sanzioni che di adempimenti, per i professionisti. Da qui scaturisce la necessità di un dialogo e un confronto avviato con il mondo delle professioni, prima singolarmente e poi in modo collettivo”. “Sono molto contenta -ha aggiunto il sottosegretario- che anche dai consulenti del lavoro sia emersa chiara la volontà di cooperare per trovare possibili risoluzioni e strategie che possano alleggerire gli oneri per i professionisti e le aziende, mantenendo inalterata l’efficacia delle azioni di prevenzione e contrasto del riciclaggio”. Il presidente De Luca ha ringraziato “il sottosegretario Savino per questo incontro propedeutico all'apertura del tavolo sull'antiriciclaggio. Ho apprezzato molto la sensibilità dimostrata sul tema, anche in virtù dei suoi trascorsi professionali e ho riscontrato grande competenza e condivisione sui temi trattati. L'occasione è stata utile per segnalare le criticità esistenti nel quadro sanzionatorio attuale e nella gestione dei cd. Pep, persone esposte politicamente, così come le incongruenze riguardo alla gestione degli adempimenti antiriciclaggio nei rapporti di lavoro". —lavoro/professionistiwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *