(Adnkronos) – Si fermano i ribassi dei prezzi di benzina e gasolio che hanno caratterizzato le ultime due settimane abbondanti, secondo quanto segnala oggi Staffetta Quotidiana. Balza il Brent a 88 dollari, balzano le quotazioni dei prodotti raffinati. Ma sui mercati petroliferi, scossi come tutti dal nuovo fronte di guerra apertosi tra Gaza e Israele, sembrano regnare più i timori di una recessione che quelli di una riduzione dell'offerta di greggio. E così già oggi le quotazioni aprono in lieve calo. Intanto però  Queste sono le medie dei prezzi dei carburanti praticati, comunicati dai gestori all'Osservatorio prezzi del ministero delle Imprese e del made in Italy ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 18mila impianti: benzina self service a 1,947 euro/litro (-1 millesimo, compagnie 1,948, pompe bianche 1,944), diesel self service a 1,916 euro/litro (-1, compagnie 1,918, pompe bianche 1,911). Benzina servito a 2,086 euro/litro (-1, compagnie 2,125, pompe bianche 2,007), diesel servito a 2,055 euro/litro (-1, compagnie 2,096, pompe bianche 1,972). Gpl servito a 0,718 euro/litro (invariato, compagnie 0,727, pompe bianche 0,708), metano servito a 1,396 euro/kg (invariato, compagnie 1,407, pompe bianche 1,386), Gnl 1,285 euro/kg (invariato, compagnie 1,275 euro/kg, pompe bianche 1,292 euro/kg). Questi sono i prezzi sulle autostrade: benzina self service 2,025 euro/litro (servito 2,279), gasolio self service 2,001 euro/litro (servito 2,261), Gpl 0,855 euro/litro, metano 1,515 euro/kg, Gnl 1,292 euro/kg. —economiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *